Vai a…
#noisiamoprontisu Google+#noisiamopronti on YouTube#noisiamopronti on LinkedInRSS Feed

21 maggio 2018

#noisiamopronti….Ma cos’è? Guardi, ti informi e… boom! Ti scoppia dentro!


Non si diventa infermiera per caso lo si diventa per scelta.

Almeno questo è stato per me, una scelta. Si è giovani freschi entusiasti non vedi l’ora di entrare in corsia di fare l’infermiera. Ma poi la realtà è ben diversa dal sogno, dall’immaginazione e non sto’ qui a parlarvi di tutte le problematiche inerenti il nostro lavoro che molte volte poi lo imbruttiscono a tal punto che o lo odi oppure entri nell’apatia assoluta quella che ti spegne dentro.

E cosi gli anni passano ed ogni anno ti ruba qualcosa la voglia, lo spirito, l’entusiasmo, tu continui ci metti passione, pensi ok qualcosa cambierà ma diventi solo una pecora nera fuori dal gregge.

Però continui.

Allora ti formi, prendi il diploma perché hai il biennio di scuola superiore, poi un Master perché forse qualcosa cambierà e invece vieni derisa. Assisti impotente a giochi di potere dove gente incapace viene collocata a destra e a manca senza avere né titoli né capacità.

Ma ancora non molli e ogni giorno è una battaglia personale.

Ogni tanto ricevi qualche piccola gratificazione che ancora ti fa’ sperare ma viene solo dai pazienti poi in maniera plateale sei alla stregua di un numero una pedina.

E intanto piccole conquiste della tua professione: abolizione del Mansionario, equipollenza dei titoli, Laurea in Infermieristica fino a diventare Ordine e non più Collegio. Ma questo ancora non ti fa’ esultare non ti gratifica perché poi nel quotidiano vivi situazioni di profonda umiliazione la tua professione e denigrata non considerata sotto pagata e sottovalutata e tu sei morto dentro.

Hai vent’ anni di servizio ma ti senti morto dentro. Spenta in entusiasmo mentale.

Un giorno ti taggano su un gruppo facebook #noisiamopronti….

Ma cos’è?  Guardi ti informi e boom! Ti scoppia dentro, si accende la miccia.  Esci dal limbo!

Oddio non sono morta! Non siamo morti siamo vivi!

Siamo menti pensanti.

Orgogliosi di ciò che facciamo, volenterosi e capaci di farlo meglio.

Stanchi di essere messi in panchina.

Stanchi di far scegliere gli altri per noi.

Stanchi di lamentarci e pronti a prendere in mano il nostro destino di scriverlo questo destino con forza e tenacia competenza ed entusiasmo.

Forse è un bluff. Forse sarà solo un polverone, ma io ci ho creduto e se sbaglierò lo faro’ con la mia testa.

Grazie #noisiamopronti, io ci sono.

Anna Difonzo, Infermiera

Altre storie da#noisiamopronti