Breaking News

IL VALORE DELLA DISUBBIDIENZA

KasunChamara / Pixabay

Sui luoghi di lavoro si sta da tempo creando un clima a dir poco sgradevole e che promuove le ingiustizie.

I diritti sono inalienabili eppure attraverso una serie di meccanismi di cattiva gestione del personale, vengono attaccati in maniera sotterranea e silenziosa ma soprattutto subdola inducendo i lavoratori stessi ad esserne vittime e carnefici.

Tutto questo in luoghi dove il vuoto istituzionale ed il vuoto organizzativo la fanno da padroni.
Brutti tempi questi!

Ci metti una vita per approdare ad un lavoro che e’ considerato un diritto e poi diventi schiavo dentro un sistema dove la tua professionalità e formazione non trova applicazione e che, anzi, deve essere umiliata a sostegno di un sistema che fa della disorganizzazione la sua forza motrice dove il sfruttamento e’ pane quotidiano sapientemente occultato sotto la voce “emergenza”.

Quell’emergenza storica prodotta ed asservita ad una classe dirigente che vi trova la sua tana dove nascondere la propria inefficienza.Tutti vogliono comandare e disporre delle persone a loro uso e consumo, come se lavorare pubblico fosse al servizio dei succitati dirigenti che considerano l’istituzione pubblica come un patrimonio personale dove ci si muove tutelando gli interessi ed i diritti della propria corte e non di tutti i lavoratori.

Costoro non chiedono collaborazione vogliono obbedienza e basta.
Tutto ciò e’ mortificante e pericoloso perché non utilizza meritocrazia ma servilismo indotto da una disorganizzazione organizzata.
Quando una professione, come quella infermieristica, contiene l’empatia quale principio imprescindibile dell’assistenza alla persona malata, si e’ maggiormente esposti a ricatti morali e spesso sei ubbidiente oltre misura perché lo fai “per il povero ammalato” dietro il quale, si nasconde disorganizzazione, e perdurare di emergenze che diventano consuetudini.

E tu, non hai più’ diritto di replica.
Giorno per giorno e’ sempre uguale, quasi non te ne accorgi ed i tuoi diritti, con questo sistema diventano concessioni ed i cattivi dirigenti diventano i tuoi “padroni”e la tanto fraintesa collaborazione diventa il paravento che nasconde l’autoritarismo dell’inefficienza dirigenziale.

Cecilia

Shares