Breaking News

Attaccano #noisiamopronti perchè non lo comprendono

Chi siamo noi!

Nelle ultime ore il nostro movimento è stato vittima degli ormai soliti attacchi mediatici, da parte di quei giornalisti da tastiera che non si danno pace dalla nascita del nostro Movimento.

Proprio non riescono a comprendere il perché di migliaia di infermieri, senza divisioni politiche o sindacali, abbiano deciso di unirsi sotto una unica bandiera e di rivendicare i propri diritti senza che vi siano tornaconti personali.

Data la difficoltà quindi di dare un senso a questo nuovo movimento, fanno ricorso ai vecchi paradigmi del sistema, all’antico dividi et impera: “Siete vicini alla CGIL” urlano giornalisti e sindacati autonomi, “Volete scioperare con i sindacati di categoria” sostengono i confederati.

A questo vanno ad aggiungersi illazioni come “volete arrivare alla Federazione IPASVI”, “Giurdanella vuole la Federazione”, “siete guidati dalla Silvestro”, “Giurdanella tenta la carriera politica” e via discorrendo.

Tutte manifestazioni fantastiche ovviamente smentite dai fatti. Hanno la incontrollabile necessità di etichettarci

Ma perdonateli, non è colpa loro, la verità è che sono vecchi dentro ed il nostro movimento gli sembra futuristico, anomalo.

Ci attaccano perché non ci comprendono.

Allora per facilitargli la comprensione a loro ed ai loro lettori, faremo lo sforzo di spiegargli nuovamente chi siamo.

Noi siamo un gruppo di infermieri e di Professionisti Sanitari consapevoli del proprio percorso professionale, delle proprie competenze e della propria forza, che ha deciso di unirsi sotto un’unica bandiera, quella del #noisiamopronti per rivendicare i propri diritti ed il riconoscimento sociale, economico e normativo delle proprie competenze.

Siamo stanchi di essere strumentalizzati per ogni campagna elettorale politica o sindacale, per poi essere immediatamente dimenticati al termine del voto.

Siamo stanchi di essere gli invisibili della sanità quando invece ne siamo il pilastro portante!

Abbiamo deciso per amore nostro e della professione di non lasciarci dividere né dalle visioni politiche né dalle tessere sindacali, sappiamo bene cosa vogliamo e lotteremo compatti per ottenerlo. Per anni ci siamo sentiti soli, chiusi nelle nostro corsie o nelle nostre stanze, imprigionati. Ci hanno fatto credere che non avevamo alternativa, che dovevamo sottostare a questo sistema, ma quando l’ultimo lume di speranza si stava spegnendo.. ecco che è arrivato il #Noisiampronti.

Un urlo che ha destato anche i più sfiduciati e assopiti, un urlo proveniente da fuori ma forse da dentro di noi. Ci siamo riuniti in un gruppo FB con qualche collega, poi siamo diventati cento, poi mille, poi migliaia.

Una marea di professionisti competenti ed incazzati pronti a difendere con i denti la nostra professionalità e con essa i diritti dei nostri assistiti.

A coloro che ci criticano senza conoscerci gli diciamo “venite a conoscerci”, “confrontatevi con noi”, cosi comprendere chi siamo noi e chi sono quelli che ci attaccano.

L’11 Marzo ci troverete in 15 piazze italiane a rilanciare il nostro orgoglio. Vi aspettiamo. Ai nostri denigratori diciamo:

“non vi affannate perché non potete vincere contro chi non si arrende mai”

 

Danilo

Shares