Vai a…
#noisiamoprontisu Google+#noisiamopronti on YouTube#noisiamopronti on LinkedInRSS Feed

21 maggio 2018

Migliaia di persone in 12 piazze d’Italia. Questo è stato il #noisiamoprontiday4


Migliaia di persone in 12 piazze d’Italia.
Per manifestare a sostegno degli infermieri e delle professioni sanitarie e non contro qualcosa o qualcuno. È stata la giornata dell’orgoglio di una categoria che ha saputo serrare le fila e ritrovarsi unita per incontrare insieme i cittadini. Un’alleanza per la buona sanità, in tutto il Paese.
È stato tutto ciò il NoisiamoprontiDay4, che si è svolto oggi e che, visto il successo, promette di ritornare presto con una nuova grande iniziativa unitaria.

“Con questo sciopero a rovescio – spiega il fondatore del movimento #noisiamopronti Pietro Giurdanella – abbiamo voluto unire tutte le professioni sanitarie, al di là di ogni schieramento politico o sindacale, per far respirare la grande forza di una categoria che chiede lo spazio e il riconoscimento che il nostro ruolo merita”.

Nelle piazze il movimento ha incontrato i cittadini, proponendo anche attività e dimostrazioni, per fare toccare con mano quelle competenze professionali su cui si regge la nostra sanità e che il contratto ancora non riconosce adeguatamente. “Siamo stanchi di divisioni che fanno gli interessi di altri e danneggiano la professione infermieristica – ha spiegato Giurdanella – per questo abbiamo preso l’iniziativa, raccogliendo nelle scorse settimane 65.000 firme a sostegno delle nostre richieste e organizzando oggi questa giornata”.

Ma il movimento non si ferma certo qui.
Visto il riscontro ottenuto in tutte le città, scendendo in piazza insieme in mezzo ai cittadini, ad Ancona, Genova e Desenzano si svolgerà presto la giornata saltata oggi, mentre da domani i 500 ambasciatori di #noisiamopronti saranno mobilitati per organizzare un nuovo appuntamento.
In occasione della Giornata internazionale dell’infermiere si svolgerà, infatti, un unico grande evento nazionale, probabilmente a Bologna.
Nei prossimi giorni in arrivo i primi aggiornamenti.

#noisiamopronti

Lascia un commento

Altre storie daDal territorio