Breaking News

Per tanti di noi è diventata una famiglia, il #noisiamopronti

Siamo alla vigilia dell’11 marzo 2018, i cuori palpitano, le emozioni crescono, la voglia di urlare al mondo chi siamo è sempre più vigorosa.

Tanti si sono domandati: perché chi siete? Noi umilmente rispondiamo: semplici Infermieri e Tecnici sanitari di radiologia medica (TSRM), anche se in realtà di semplice non abbiamo proprio nulla, a partire dalla nostra formazione con laurea triennale, requisito minimo obbligatorio da anni, ma anche laurea magistrale e innumerevoli master. Eppure, agli occhi dei più siamo ancora dei banali esecutori a cui vengono attribuite solo attività ritenute per taluni svilenti o di poco conto.

 

Ecco perché l’11 di marzo abbiamo voluto partecipare a quella che per noi è stata una festa, dove l’obiettivo era quello di incontrare i cittadini, metterci la faccia, per farci conoscere e dimostrare quanto valiamo, quanto c’è dietro ad un semplice gesto nella quotidianità di ogni professionista sanitario.

Sostenuti da quella che per tanti di noi è diventata una famiglia, il #noisiamopronti, abbiamo progettato a Milano diverse attività guidate da Infermieri e TSRM con il prezioso contributo di ogni singolo partecipante, in contemporanea con le altre piazze italiane. In tutto questo, presi dall’entusiasmo, abbiamo fatto solo un piccolo errore… Abbiamo sottovalutato il meteo… Il tutto perché questo evento lo aspettavamo da troppo tempo e ci tenevamo tanto da credere che nulla sarebbe potuto andare storto.

Così eccoci lì, domenica 11 marzo, sotto le intemperie: per chi poteva essere l’unico giorno di riposo, per chi smontava notte, per chi finiva il mattino o chi il pomeriggio sarebbe scappato al lavoro; eppure gli ambasciatori di Milano, Como e Lodi erano lì presenti pronti alla sfida, sostenuti e supportati fortunatamente anche da qualche amico, collega, consorte e studente. Montiamo lo stand nell’attimo in cui la pioggia sembrava averci dato tregua… Le speranze pian piano prendevano piede…si gonfiano i palloncini, si ripassano le attività, i manichini sono pronti, il piccolo superman non vede l’ora di essere salvato. Qualche timido passante incuriosito si ferma davanti a noi, così iniziamo a raccontarci…

Ma ecco che la pioggia inizia incessante la sua ripresa! Riusciamo ad attirare qualche bambino a cui regaliamo e scambiamo dei sorrisi, ma poi giustamente tutti corrono a cercare riparo nelle loro caldi case. Tentiamo di resistere il più possibile, riusciamo a collegarci in diretta con le altre piazze; nel frattempo guardiamo ammirati i nostri ospiti Vito ed Enrique mentre disegnano a terra un fantastico Milo che rappresenta “L’abbraccio”, il nostro abbraccio per la salute…

Immortalati e filmati dal grande Adriano, fotografo professionista.

Ci teniamo a sottolineare che queste splendide persone hanno partecipato all’iniziativa a titolo completamente gratuito sposando in pieno la nostra causa.

Arrivano le 12:30, siamo fradici, i manichini grondano di acqua, i cartelloni si stanno distruggendo, dei passanti più nemmeno l’ombra… Così a malincuore prendiamo la decisione più saggia “Ragazzi finiamo qui” e si smonta il tutto. È proprio il caso di dirlo: “Nuntio nihil imputandum”, Ambasciator non porta pena! Noi però non ci riteniamo sconfitti, ci sentiamo orgogliosi di ciò che abbiamo fatto, ce l’abbiamo messa tutta e provato anche se tutto sembrava esserci contro; ognuno di noi aveva i suoi impegni lavorativi, familiari, eppure ha deciso di essere lì quella mattina perché crede in quello che siamo e in quello che vogliamo ottenere: il giusto riconoscimento! Com’è finita? Ci siamo consolati con un bel pranzo di gruppo nel fantastico Siesta Cafè che ci è stato di supporto tutta la mattinata offrendoci riparo e calore, rinforzando i nostri nuovi legami e discutendo già su come avremmo potuto rimediare all’evento, progettando nuova sede e data…

Ma chi ci ferma? Ora abbiamo solo ancora più voglia di riscatto…e se ancora non l’avete capito gente… Questi sono professionisti sanitari!

Gli Ambasciatori del Nucleo Lombardia #Noisiamopronti

 

Lascia un commento

Shares