Breaking News

Sentirsi dilaniati e pronti

È il sabato santo, dovremmo pensare ai preparativi di Pasqua, a cosa mettere in tavola domenica, che finalmente quest’anno mi tocca di riposo. Che si sa, per noi non esiste domenica, Natale o Pasqua. Dovremmo svegliarci con la consapevolezza di chi lavora duramente tutti i giorni eppure sorride sempre e ancora. Eppure stamattina ci ho provato a pensare che tutto sommato quello che ci sta capitando non è da tutti. Sia nel lavoro intrinseco che svolgiamo quotidianamente sia in quello più lato del termine, ovvero fare tutto quello che si può per valorizzarlo al di fuori del contesto lavorativo.

Da qualche anno c’è  pure chi si è fatto la tessera sindacale perché incuriosito o perché crede davvero che si possano  tutelare  i diritti dei lavoratori mettendo il proprio impegno a disposizione di un ideale nobile.

Per me è stato così: la mia curiosità però non si è fermata anzi ha cominciato a sentire fame, aveva fame di conoscenze più specifiche, più legata alla professionalità svolta. E così sono stata rapita dagli ideali del noisiamopronti e da due anni a questa parte partecipo come ambasciatrice . Sono stati questi, anni  impegnativi, che ci hanno insegnato due cose importanti. La prima è che l’informazione è potere, la seconda che chi vuole condurre un gruppo lontano deve condividere le informazioni. Adesso che stiamo scrivendo una pagina della storia delle professioni sanitarie dobbiamo essere più preparati che mai, dobbiamo pensare a noi perché solo noi possiamo volerci bene più di noi. Con questa consapevolezza ho ripreso a fare il mio pranzo per domani. Il cibo non è solo pane per il corpo ma è fonte primaria di vita. La nostra fame, il nostro cibo di domani deve essere martellante, impregnante, invadente, rumoroso e silenzioso, qualcosa che attiri come un magnete chiunque ci sfiori.

Questo è il sentimento del noisiamopronti, questo è lo stato d’animo che ci deve scuotere, tenere svegli e vigilanti. Perché non accadano mai più cose come quelle che abbiamo dovuto subire in questi lunghi e duri anni di capi chinati e volti rassegnati. Noisiamopronti ci sta aiutando a ritrovare la forza di un grande gruppo di professionisti che come me, come te vogliono quello che spetta! Dignità sociale  e competenze riconosciute e valorizzate.

Ecco perché oggi ci sentiamo dilaniati e pronti

Lascia un commento

Shares