Breaking News

#noisiamopronti è cresciuto…ed io con lui

È tempo di bilanci, tempo di decisioni, tempo di rinnovare gli impegni.

Il movimento è cresciuto, si è organizzato, si sta ristrutturando, richiederà’ rinnovato impegno, dedizione attenzione e responsabilità. Ho iniziato sull’onda dell’entusiasmo: quando è facile farsi trascinare, quando la novità ti pungola e ti attira come il canto di una sirena e tutto ti sembra facile, tutto ti sembra raggiungibile, tutto appare realizzabile: il cuore è gonfio di emozioni, un popolo di professionisti che non aveva voce finalmente grida al mondo la sua esistenza, la sua competenza, la sua preparazione.

Un popolo di professionisti é pronto e lo vuole affermare, ed io con loro lo voglio affermare!

A gran voce lo abbiamo detto, tutti insieme, dal nord al sud, parlando ai colleghi, alle direzioni, agli altri professionisti sanitari, ma soprattutto ai cittadini, perché è da loro che volevamo partire. Il difficile è adesso, l’impegno é ora, perché mantenere accesa la fiamma dell’entusiasmo non è semplice in una società che corre veloce, che brucia le emozioni, che non vuole più aspettare che non vuole più subire, che è stanca e arrabbiata.

Ma le grandi rivoluzioni richiedono tempo e costanza e impegno e soprattutto un cuore nuovo, una nuova coscienza ed io non so se sono ancora all’altezza, non so se sono ancora in grado di poter essere utile alla mia professione.

Chi me lo ha fatto fare? Tanti me lo chiedono, io me lo chiedo.

Questa domanda mi risale spesso, mi insegue e mi rincorre, e bussa alla mente e poi bussa al cuore e di nuovo alla mente e di nuovo al cuore. Ed io cerco di dare una risposta ora alla mente ora al cuore, ed il conflitto è duro, la lotta è aspra e le risposte contrastanti.

Ma oggi va cosi, oggi ho ripreso a credere, oggi ho preso coscienza che non sarà facile, anzi é più difficile di quanto pensassi. Le immagini dei miei colleghi nelle piazze d’Italia, orgogliosi delle nostre maglie, delle nostre spille delle nostre bandiere, che firmano con orgoglio e convinzione, mi hanno ridato la voglia e la forza. Il movimento è proprio questo, è la rivoluzione del cuore alla mente, è una forza nuova, é la rinascita della coscienza che ti fa dire: non so se ce la faccio ma ci DEVO provare, perché adesso non mi posso fermare.

 

Lo devo a me stessa, lo devo a 28 anni di servizio e di sacrificio, lo devo ai miei collaboratori, lo devo ai miei studenti, lo devo ai cittadini che si affidano a me ma soprattutto lo devo a mia figlia che ha scelto la mia strada. Io non mi fermo adesso, la strada ora è in salita ed io la voglio scalare tutta fino a quando su in cima pianteremo la nostra bandiera.

Se #Iosonopronta, non lo so, ma il mio cuore sì, è pronto e trascinerà con sé questo cervello che vuole farmi ragionare, che vuole farmi soprassedere, che vuole convincermi a mollare trovandomi una posizione di comodo aspettando la pensione. La posizione di comodo, tanto ambita nelle organizzazioni, destinata ai silenziosi, agli yes-man ed alle yes-woman, la posizione di comodo destinata ai tranquilli per far stare altri tranquilli, quella che, se ti accontenti, ti dà qualche privilegio, qualche contentino che si paga in dignità. #Iosonopronta, ma non per la posizione di comodo, sono pronta per affermare la mia competenza, la mia professionalità, il mio sapere e pazienza se mi costerà fatica: io non mi fermo.

#noisiamopronti è cresciuto ed io con lui, insieme al movimento, con il movimento e per il movimento perché la mia professione lo merita, perché tutti i professionisti infermieri lo meritano, perché i cittadini lo meritano, ed io voglio essere una piccola goccia nel mare del cambiamento, io voglio essere la piccola pietra che avrà la forza di ribaltare il carro, io voglio esserci, e ci sarò!

Michelina Baldi Ambasciatrice #campania

Lascia un commento

Shares