Vai a…
#noisiamoprontisu Google+#noisiamopronti on YouTube#noisiamopronti on LinkedInRSS Feed

26 maggio 2018

5 Maggio, oggi è la Giornata Internazionale dell’Ostetrica


Dedico queste bellissime parole a tutte/i le/gli ostetriche/ci del movimento #noisiamopronti

“È notte e in questo silenzio rotto dai pianti di bimbi appena affacciati alla vita, aspetto. Mi sembra di sentire passare ogni secondo, minuto, ora.
Aspetto e mi chiedo perché mai la vita mi ha portato qui, ad indossare questa divisa. Ma non so trovare mai risposta a questo mio interrogarmi se non che è giusto così. Perché lo sento sotto la pelle, nelle ossa, nel sangue… è questione di DNA. Ostetrica lo sei non lo fai.

Sto qui e sorreggo questa donna che come me aspetta che la natura faccia il suo corso, che il dolore le strazi il cuore per poter accogliere la meraviglia della vita.
Per stringere il suo bambino.
Scandisce il tempo il ticchettio dell’orologio… la frequenza delle contrazioni… il susseguirsi di respiri affannosi, poi lievi.

La notte è lunga, di tanto in tanto l’odore di caffè si spande per il reparto. Cerchi di stare sveglia… e aspetti.
È così che stanotte aspettano tutte le ostetriche del mondo. È così che aspettano tutte le donne del mondo.
Poi il silenzio non è più silenzio, i lamenti arrivano, i tuoi “dai che ce la fai” prendono il posto dell’ attesa.

Diventi guida, diventi punto di riferimento, diventi levatrice “colei che sta davanti “… e tra uno “spingi”, “forza non mollare”… “respira sta per nascere”, ti ritrovi immobile ad accogliere tra le mani la vita.
È in quel preciso istante che il cuore inizia a battere all’ impazzata e per un attimo non senti più nulla ne un grido ne una parola… non c’è più nessuno nella stanza, solo tu e la donna. E ti rendi conto di come si viene al mondo. Vedi la testa affacciarsi alla vita, è li la tieni tra le mani e pensi… sei ad un passo dalla vita, sei già nato o che?! Che dimensione è quella?

Credo il vero miracolo della nascita!
E poi il cuore si placa, ritornano i rumori, scoppia la gioia. Prendi quella creatura e la doni alla sua mamma stanca e ora colma di felicità e non c’è soddisfazione più grande.
L’ attesa è terminata, forse anche il tuo turno. Vai via. Sei solo di passaggio, alcune ti ricorderanno altre no, ma non importa. Continuerai ad indossare la tua divisa e ad aspettare insieme ad un altra mamma l’arrivo di una nuova vita, ripeterai all’ infinito ogni passaggio perché è così che si fa.
Rifarai un altro turno, un altra notte, un altra attesa perché attendere è fondamentale. La vita merita attesa, cura e pazienza. Lasciamole pure tutto il tempo. Questo le ostetriche lo sanno.”

PAROLE DI (FIF BRA)

A cura di Paola Marchetti, Ostetrica, Ambasciatrice del #Noisiamopronti

Il miracolo della vita. Una meravigliosa foto di gruppo: Paola Marchetti, al centro, è stata la loro ostetrica quando sono nati!

 

Seguici su fb/#noisiamopronti

https://www.facebook.com/groups/1520293554940691/

Lascia un commento

Altre storie daNotizie