Vai a…
#noisiamoprontisu Google+#noisiamopronti on YouTube#noisiamopronti on LinkedInRSS Feed

26 maggio 2018

Ho ricomposto il tuo corpicino, ho abbracciato la tua mamma ed ho pianto insieme a lei


Sono le ore 8.45 circa di un faticosissimo lunedì mattina.

Al lavoro procede tutto con molta regolarità, finchè la tranquillità di quella mattina si interrompe con lo squillo di un telefono… e noi sappiamo benissimo che quando quel telefono squilla, non è certo per augurarci buona giornata. Infatti, poco dopo sei arrivata tu, immobile, pallida, il tuo volto irriconoscibile pieno di sangue, incosciente, respiravi attraverso un tubo e il medico del 118 che ti comprimeva il torace.

Io non ti conoscevo fino a ieri mattina; ti ho accolta immediatamente, ero io a comprimerti il torace, guardavo il tuo viso, il tuo corpo e guardavo quel monitor al quale eri collegata per capire se mi davi un cenno di vita; ma purtroppo niente… eri già volata in alto, eri già diventata un angelo che forse guardavi da lassù tutti i movimenti veloci ma precisi per tentare di riportarti tra di noi…

Te ne sei andata lasciando un sapore amaro, quello di una giovane diciannove anni che se ne va troppo presto e porta con sè tutti i suoi progetti…

Ho ricomposto il tuo corpicino e ho cercato di renderti più presentabile possibile alla tua famiglia. Io non sono riuscita a dire una parola alla Tua Mamma, l’ho solo abbracciata ed ho pianto insieme a lei…

Questo è il mio lavoro che svolgo con passione da 30 anni, ma ogni volta è come se fosse la prima volta, emozionante, intensa, dolorosa, non ci si abitua mai, il dolore e la sofferenza sono tanto forti… ma io amo questo lavoro…

Spieghiamo all’opinione pubblica che non siamo solo malasanità, spieghiamo all’utente che se l’attesa si protrae per ore è perchè gli infermieri stanno cercando di rendere un corpo il più presentabile possibile alla madre, spieghiamo a chi si presenta al PS per un unghia incarnita che ci sono codici molto più gravi, ma soprattutto spieghiamo al mondo intero che anche noi siamo Umani, sensibili e viviamo all’ennesima potenza ogni emozione, ogni attimo con passione e professionalità…

Raffaella Severin, tratta dal gruppo Facebook #noisiamopronti: link

Lascia un commento

Altre storie daNotizie