Breaking News

Questione Infermieri forensi. Ecco perché riguarda tutti gli infermieri

La firma del protocollo d’intesa (LINK) tra la Federazione nazionale degli Ordini degli infermieri (FNOPI), il CSM ed il Consiglio nazionale forense non ci ha convinto già dal primo giorno.

Il protocollo firmato, infatti, indica come requisito primario per essere inseriti in qualità di Consulenti tecnici e Periti negli appositi e specifici elenchi dei tribunali unicamente la Laurea Magistrale, escludendo migliaia di infermieri in possesso del Master in infermieristica forense.

Il mancato riconoscimento del Master – scrive alla FNOPI la Presidente dell’Associazione #NSP Nicoletta Rizzato – ha prodotto un ampio, acceso e diffuso dibattito tra numerosi colleghi. Per anni siamo stati incoraggiati a migliorare la nostra preparazione professionale, ad ampliare la nostra visione assistenziale, ad acquisire ulteriori competenze di tipo specialistico che speriamo possano finalmente trovare forma concreta con le norme contrattuali e specificamente attraverso i disposti dell’art 12″.

Durissima la reazione dell’Apsilef (Associazione Professioni Sanitarie Italiane Legali e Forensi LINK). Per chiedere spiegazioni in merito all’intesa, hanno chiesto spiegazioni anche OPI Frosinone (LINK),  Bologna (LINK), Oristano (LINK), Pordenone (LINK) Parma e Alessandria.

A distanza di due settimane nessuna spiegazione è data. Il silenzio è assordante. Non quello degli infermieri forensi, che chiedono le motivazioni del mancato riconoscimento del Master. In tanti infatti, già dal 2005 hanno investito tempo ed energie per conseguire il titolo, così come la stessa Federazione aveva prescritto con una apposita linea guida (LINK).

La questione riguarda tutti Noi

Se oggi estendiamo l’indicazione di accreditare gli infermieri specialisti in una data area attraverso il riconoscimento della sola Laurea Magistrale (come fatto con gli infermieri forensi) potremmo avere un paradosso di non poco conto. Gli Infermieri di famiglia, gli specialisti in wound care, dialisi, sala operatoria, area critica – solo per citarne alcuni – potrebbero infatti non vedere riconosciuta nessuna competenza acquisita con i Master. Così come è avvenuto per gli infermieri forensi.

E non dite che: “Gli infermieri con laurea magistrale non hanno le competenze specifiche per…“. Per gli infermieri forensi, si è verificato proprio questo.

Infermiere forense, master si o master no?
Infermiere Forense. #Noisiamopronti scrive a FNOPI per il mancato riconoscimento dei Master

Lascia un commento

Shares