Notizie

Infermiere informatico: una specialità che è ormai diventata necessità

In questo scenario sembrano emergere due importanti ruoli: il clinico che utilizza la tecnologia dell’informazione sanitaria e lo specialista che crea, facilita, collabora e implementa nuove tecnologie informatiche.

Photo-Mix / Pixabay

Accade ovunque meno che in Italia!

Una domanda aleggia nell’aria, una domanda sull’utilizzo dei sistemi sanitari elettronici, a che punto siamo in Italia e nel Mondo? La pratica clinica e il suo background nella gestione dei rischi per sviluppare una nicchia incentrata sui EHR (Electronic Healthcare Record) e sui problemi legali connessi, per migliorare la sicurezza dei pazienti.

Gli EHR non sono una moda, sono il presente, ed il futuro, da qui in avanti, la preoccupazione per la sicurezza del paziente sarà sempre un problema per i fornitori di assistenza sanitaria, ma la carta ha ormai fatto IL SUO TEMPO, anche in termini di sicurezza. L’analisi del ruolo degli EHR nella sicurezza dei pazienti è necessaria nella scena sanitaria attuale, la sicurezza dei pazienti e la documentazione professionale di assistenza infermieristica è ormai una “mission” critica.
Gli Infermieri che lavorano nell’informatica infermieristica stanno prosperando nell’assistenza sanitaria. Due importanti ruoli sembrano emergere: l’infermiere clinico che utilizza la tecnologia dell’informazione sanitaria e lo specialista che crea, facilita, collabora e implementa nuove tecnologie informatiche. Entrambi sono ruoli essenziali. Esistenti in Italia, ma non riconosciuti come competenze Avanzate!
Secondo l’associazione americana degli infermieri, alcune delle aree funzionali più importanti per gli specialisti dell’informatica infermieristica includono l’implementazione degli EHR, la progettazione e la formazione di altri utenti nell’uso degli EHR, in qualità di consulenti, nello sviluppo di politiche all’interno delle rispettive istituzioni e nell’analisi e gestione dei risultati. Questi ruoli possono essere osservati in molte strutture sanitarie, tra cui la cura acuta, la cura a lungo termine e negli uffici medici e in analisi post fattuale. Uno dei maggiori contributi per la sicurezza dei pazienti da parte di questi infermieri è nella documentazione della cura nell’EHR. La documentazione elettronica consente agli infermieri informatici di accedere rapidamente alle informazioni e di utilizzare tali informazioni per migliorare la sicurezza dei pazienti.

AlarconBenthos / Pixabay

Una risorsa eccellente è il testo 2013 “Fondamenti di legge per l’informatica e l’informatica sanitaria, seconda edizione”, pubblicato dalla Health Information and Management Systems Society. (ovviamente solo in inglese)
Ci sono diverse associazioni informatiche che possono fornire indicazioni e orientamenti. Tra gli esempi figurano l’Associazione americana di informazione infermieristica, l’Alleanza per l’informatica infermieristica e la società di informazione e gestione dei sistemi sanitari. In Italia? zero assoluto, anche a livello sanitario.

Viene da pensare che l’infermiere generico serva molto di più come jolly e tappabuchi dello specialista. Ma non è per questo che abbiamo studiato tanto.
Il centri americani forniscono da anni una certificazione per infermieri con master riconosciuti in Infermieristica Informatica. In Italia siamo ancora AL MEDIOEVO.
Gli infermieri che si specializzano nell’informatica infermieristica, hanno molto da dare per contribuire al miglioramento continuo della sicurezza del paziente.

E’ ora di prenderne atto, all or nothing! #noisiamopronti

 

Claudio Torbinio

Antropologo informatico, Trauma Nurse, memetista, influencer, blogger, copywriter e ghostwriter. Collaboro per, RDNetwork, The NZ Herald, Mysalute, Socialnews e Caffè Mode. Scrivo liberi testi per case editrici online.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: