#noisiamopronti, Dal territorio, Infermiere Specialista, Notizie

RaiNews24: infermieri e Case della Salute

Infermieri protagonisti nella gestione della Cronicità delle malattie

logo case della salute Emilia Romagna

Oggi Mercoledì 26 luglio su RaiNews24, canale 48, #bastalasalute, alle 13:30 ed in replica alle 21:30, con il gionalista Gerardo D’Amico si parla di Case della Salute, si parla con degli Infermieri. Intervista alla Dott.ssa Stefania Dal Rio.

Seconda parte delle interviste promosse dall’associazione #Noisiamopronti.

link video prima parte

 

Un punto di riferimento certo rivolto ai cittadini per l’accesso alle cure primarie, un luogo in cui si concretizzi sia l’accoglienza e l’orientamento ai servizi, che la continuità dell’assistenza, la gestione delle patologie croniche ed il completamento dei principali percorsi diagnostici che non necessitano di ricorso all’ospedale.

Questo sono le Case della Salute, un modello organizzativo che la Regione Emilia-Romagna sta realizzando su tutto il territorio. Un unico luogo, vicino e abituale dove essere assistiti senza dover girare per il territorio e dove si concentrano tutti i professionisti e i servizi. Nelle Case della Salute l’assistenza avviene attraverso l’azione congiunta dei medici di famiglia, dei pediatri, dei medici specialisti, degli infermieri, delle ostetriche, degli operatori socio assistenziali, del personale allo sportello.

Sempre più medicina di iniziativa, con i servizi che vanno incontro ai cittadini, sempre più concreta integrazione tra i professionisti, continuità dell’assistenza con l’ospedale e partecipazione della comunità, elemento chiave per migliorare la promozione della salute rafforzando le competenze dei cittadini.
In questa direzione vanno le Case della Salute in Emilia-Romagna, le strutture delle cure primarie dove vengono erogati servizi e prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e sociali che non necessitano di ricorso all’ospedale. La Giunta regionale con la delibera 2128/2016 ha approvato le nuove linee organizzative e assistenziali, a distanza di 6 anni dall’avvio dell’esperienza e dopo oltre un anno di confronti con professionisti e operatori, medici e pediatri di famiglia, enti locali, sindacati: confronti che hanno permesso di verificare quanto fatto finora e mettere a sistema le buone pratiche emerse nei territori.

organizzazione case della salute alta/media complessità

Riportiamo un punto fondamentale di questa delibera regionale:

2.3. Il coordinamento organizzativo e clinico-assistenziale
Lo schema organizzativo illustrato si configura come una proposta, da declinare sulla
base delle caratteristiche e scelte organizzative delle singole Aziende USL e degli
specifici contesti territoriali. A tal fine, il presente schema rappresenta uno strumento
per il supporto delle Azienda USL nella definizione di ruoli e competenze relative al
coordinamento delle Case della Salute.

Il coordinamento della Casa della Salute è di tipo organizzativo e clinico-assistenziale.
Nella Casa della Salute è presente un responsabile organizzativo, preferibilmente un
coordinatore infermieristico e tecnico con competenze gestionali-organizzative.

Il responsabile organizzativo ha la responsabilità di coordinare il board gestionale-organizzativo
e in condivisione col board:

  •  predispone il piano operativo, nel quale sono definiti gli obiettivi operativi e le
    azioni, nel rispetto delle risorse messe a disposizione, sulla base degli obiettivi
    assegnati a livello aziendale e distrettuale;
  •  promuove il coinvolgimento delle associazioni di volontariato e dei cittadini
    competenti nelle attività delle Case della Salute; utilizzando anche forme
    innovative e orientate alla partecipazione (es. Community Lab);
  •  supporta il Direttore di Distretto nel monitorare e rendicontare i risultati
    conseguiti dalla Casa della Salute.

E’ competenza specifica del responsabile organizzativo:

  •  facilitare le relazioni tra i componenti del board, e più in generale tra tutti gli
    attori della Casa della Salute;
  • programmare e monitorare la organizzazione e il funzionamento delle attività di
    orientamento e di accesso ai servizi (punto informativo, Centro Unico di
    Prenotazione, Punto Unico di Accesso, UVM);
  •  programmare e monitorare la realizzazione delle attività dal punto di vista
    organizzativo e logistico;
  •  supportare la corretta alimentazione dei flussi informativi;
  • gestire le funzioni manutenzioni, acquisti e forniture di servizi / utenze ed
    eventualmente altre funzioni connesse con gli aspetti organizzativi della Casa
    della Salute.

Il board rappresenta l’organismo formale e sostanziale di partecipazione alle decisioni
da parte dei principali attori della Casa della Salute. La collegialità nelle decisioni
consente una più efficace integrazione delle diverse competenze professionali e
tecniche presenti nella Casa della Salute. I partecipanti al board effettuano incontri
periodici, sulla base dei temi e dei problemi da affrontare; essi partecipano al
coordinamento della Casa della Salute analizzando i problemi di carattere organizzativo
e clinico-assistenziale, identificando soluzioni condivise e verificando l’andamento delle
attività.

Il nostro impegno associativo è rivolto in questa direzione, dare evidenzia alle buone esperienze di alta specializzazione, ma anche come in questo caso, di ottima integrazione tra professionisti, che vedono come collante la figura infermieristica. L’esperienza delle Case della Salute, un modello di offerta Sanitaria che non nasce in Italia,  vede l’Emilia Romagna, come in altre iniziative, sempre in prima linea nella promozione di esperienze positive al servizio dei cittadini. Un modello che può essere esportato nelle altre regioni, mantenendo il ruolo importante della figura infermieristica. Noi ci auguriamo che anche le altre istituzioni regionali abbiamo la stessa lungimiranza di quella Emiliano Romagnola, che crede nei suoi professionisti infermieri.

fonti: http://salute.regione.emilia-romagna.it/

 

Redazione #noisiamopronti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: